Secondo la Federation of Electric Power Companies of Japan, ad agosto la quantità di energia elettrica prodotta è diminuita del 12,1% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, facendo registrare la sesta variazione negativa consecutiva.

Inoltre, a causa del grande disastro sismico, della manutenzione ordinaria e dei ritardi nel riavvio, la percentuale di utilizzo degli impianti delle centrali nucleari in Giappone, ad agosto ha segnato il minimo storico del 26,4%, diminuendo di 43,8 punti percentuali rispetto all’anno precedente.

Oltre agli effetti della campagna per il risparmio di energia elettrica, portata avanti dal governo, il caldo è stato meno intenso rispetto all’anno scorso.