Nel tentativo di ridurre gli oltre 30.000 suicidi che avvengono ogni anno in Giappone, sta propagandosi la moda di installare illuminazioni di colore blu ai binari delle stazioni e sulle dighe. L'iniziativa prende spunto dalla convinzione che la luce blu abbia l'effetto psicologico di calmare gli animi e sembra che in alcune stazioni stia effettivamente riducendo gli “incidenti con danni alle persone” (人身事故, jinshinjiko), che costano alle compagnie ferroviarie (e ai parenti che devono risarcire i danni) fior di yen per i ritardi conseguenti.

La verifica scientifica e' ancora attesa ma gli addetti ai lavori affermano: “le persone con pene angoscianti, arrestando il tormento possono trovare un'occasione per pensare al grande valore di vivere”.
Dopo le ore 16:30 nella stazione di Haccho-nawate (八丁畷駅) della citta' di Kawasaki, i passeggeri in attesa del treno sono illuminati soffusamente di blu da due lampioni alti tre metri installati a meta' dicembre 2008.