Mitsukoshi Isetan Holdings -primo gruppo di grandi magazzini con un fatturato di 10 miliardi euro a marzo 2008, nato ad aprile scorso dalla fusione di Mitsukoshi e Isetan- ha deciso ufficialmente di chiudere il punto vendita di Ikebukuro a Tokyo.

E’ la prima chiusura eminente nel cuore di Tokyo dal 2000, quando il rivale Sogo dismise il punto vendita di Chiyoda. A seguito della stagnazione dei consumi e della concorrenza di negozi specializzati e centri commerciali, il fatturato dei grandi magazzini giapponesi è in costante diminuzione forzando l’adozione di strategie di ristrutturazione che, dopo il personale, hanno appena iniziato a mietere i negozi improduttivi.

Il palazzo di Mitsukoshi Ikebukuro sarà chiuso e messo in vendita a maggio del 2009 ma già adesso Yamada Denki (prima catena di negozi di elettrodomestici con un fatturato di 11 miliardi di euro) ha deciso di acquistarlo per trasformarlo nel 2010 in un suo negozio “LABI” con una superficie di vendita di 25.000mq, situato a 30 metri dai due punti vendita principi del rivale Bic Camera.

Nel 2009 Mitsukoshi chiuderà altri tre grandi esercizi provinciali (a Kagoshima, Musashi Murayama e Natori) e due piccoli (a Kamakura e Morioka).