taccheggioIn Giappone le perdite conseguenti al taccheggio (万引き) ammontano a 480 miliardi di yen annui (ca. 4,2 miliardi di euro). E’ quanto si legge nel rapporto annuale 2010 dell’indagine mondiale sulle perdite conseguenti a furti e distruzioni nel settore del commercio al dettaglio, redatto dall’americana Checkpoint Systems, Inc. I danni originati da furti ed errori di gestione in Giappone raggiungono circa 820 miliardi di yen per il settore del commercio al dettaglio (secondo valore più alto fra 42 paesi oggetto di ricerca), di cui il taccheggio da parte dei clienti rappresenta il 58,5%, mentre le sottrazioni indebite da parte dei dipendenti incidono per il 18,9%.