rapelay_70122tAmazon.com blocca la vendita di un nuovo videogioco giapponese “RapeLay” che consente di simulare lo strupro di ragazze. Il gioco è stato rilasciato nel 2006 da Illusion Studio che ha sede in Giappone che aveva prodotto in passato altri altri titoli del tipo “Battle Raper”. Questa volta “RapeLay” è un videogioco 3D Hentai games tipico dei fumetti sessualmente espliciti di una nicchia dell'animazione giapponese che spopolano a poco prezzo in alcuni quartieri di Tokyo specializzati in questo genere di prodotti o direttamente nel web. A questo propostito un sito web specializzato ha anche descritto questo prodotto come “scintillante” nella cura dei particolari come, ad esempio, “le lacrime che escono dagli occhi della ragazza” durantelo lo stupro. Il videogioco in questione possiede i classici livelli di difficolta progressiva (come ogni arcade da space invaders スペースインベーダー in poi) pero' questa volta la meta-storia narrata dalle immagini interattive si basa sullo stupro di una madre in una non meglio specificata stazione della metropolitana tokyese. I livelli successivi sono invece basati sulla violenza sessuale nei confronti delle sue due figlie descritte dallo stesso gioco come “giovani studentesse vergini”. Il personaggio interpretato in prima persona e' ovviamente maschile!

“Abbiamo stabilito - come ha detto un portavoce di Amazon Japan - che non vogliamo essere un punto vendita per questi prodotti”.

Il videogioco rimane in vendita sulle bancarelle abusive di akihabara....