Il 29 marzo è stato approvato il bilancio di previsione per l'anno finanziario 2011 che prevede uscite per un totale di circa 92,4 mila miliardi di yen, la cifra più elevata del passato.

Lo stesso giorno, il primo ministro Naoto Kan ha annunciato alla Commissione di bilancio di voler formulare ad aprile la proposta di un primo bilancio suppletivo di 2 mila miliardi di yen, che contemplerà le prime misure per la ricostruzione nelle zone colpite dal disastro sismico del Tohoku. Le uscite saranno finanziate principalmente utilizzando 1,16 mila miliardi dei fondi di riserva del bilancio iniziale 2011. Sono inoltre previsti un secondo (dopo giugno) e un terzo budget per la ricostruzione che porterebbero il totale a oltre 10 mila miliardi.

Secondo le stime del Governo, il terremoto avrebbe causato danni a strade e abitazioni per un ammontare compreso fra 16 e 25 mila miliardi di yen.