In virtù del veloce avanzamento dei lavori di ripristino delle linee di superficie, marine e aeree, colpite dal grande terremoto del Tohoku, la rete logistica è già stata riattivata per circa il 90%.

Sulle strade del Tohoku è adesso possibile la circolazione delle auto private comuni mentre, riguardo alla situazione portuale, sono già operativi tutti i 15 porti.

Ancora al cinquanta per cento la riapertura delle linee ferroviarie, fra le quali la linea shinkansen (omologo dell’eurostar) del Tohoku, la cui ripresa completa è prevista entro metà aprile. Rimangono ancora problemi logistici per il rifornimento dei rifugi allacciati solo da strade strette locali.

Circa i collegamenti aerei, a parte l’aeroporto di Sendai investito dallo tsunami, sono aperti 12 aeroporti compresi quelli per il traffico civile.