shinjuku-we-busIl prossimo 27 settembre inizieranno le corse dell’autobus da 100yen, Shinjuku WE Bus (新宿WE(ウィー)バス), che in 35 minuti effettua un giro nei pressi della stazione di Shinjuku, passando per i complessi commerciali e i punti turistici, quali la zona dei grattacieli, il municipio di Tokyo (alla cui sommita’ si puo’ salire gratuitamente per godersi il panorama dall’altezza di 202m), il kabukicho (noto quartiere della cuccagna notturna), l’area di Shijuku Sanchome. L’autobus ha il tetto trasparente che permette di ammirare le vette di cemento.

gundam-bar-axisPer tutti gli amanti di Gundam e’ sicuramente un ritrovo ammaliante da visitare almeno una volta. Bere al bancone del Gundam Bar Axis, ammirando la ricca collezione di modellini dei vari robot apparsi nelle numerose serie del trentenne cartone animato giapponese, ha un fascino particolare, che strega soltanto chi sogni di essere Peter Rei, Mirka o l’affascinante nemico Maggiore Shia Aznabul.

Un classico lavoratore giapponese ha pensato bene di schiacciare il freno d'emergenza del treno dove in qualche modo viaggiava perché aveva assolutamente bisogno di una scusa “plausibile” da rivendere al suo capo per giustificare il ritardo accumulato.

Masahiro Matsumoto, 23 anni, impiegato presso la stazione Nishioji nella prefettura di Kyoto, ha premuto il pulsante di arresto dell'emergenza del treno provocando una fermata di 4 minuti. Sufficienti forse per giustificare il ritardo con il suo datore di lavoro.
Un portavoce della polizia ha riportato le parole di Matsumoto all'arresto: “Ero in ritardo con la talella di marcia e quindi ho pensato che potreva essere una scusa valida se il treno si fosse fermato a causa di un'emergenza”.

Pur non essendo la prima volta che un lavoratore aziona il freno d'emergenza per avere una giustificazione del ritardo al lavoro, la cosa questa volta ha suscitato un certo interesse nell'opinione pubblica nipponica perche in realta' l'uomo e' (era?) un dipendente delle stessa West Railway Co. ... in servizio che per giustificare il proprio ritardo ha azionato il freno d'emergenza! Ottima pensata, verrebbe da dire!
“Ci dispiace sinceramente - come ha dichiarato alla stampa un portavoce delle ferrovie - dell'arresto di un nostro dipendente che ha causato problemi ad i nostri clienti ed ha aiutato gli stessi a perdere fiducia in noi.”

Cerchiamo di procedere con un certo ordine perche' siamo gia', e forse nostro malgrado, in un equilibrio instabile tra un sopraffino trash e la piu' volgare genialita'.
Quindi, avrete gia' capito, il vero pericolo nel trattare queste cose e' semplice: se mettiamo un solo piede in fallo cadiamo automaticamente nella piu' becera, ma culturale, geniale stupidita'! Se invece procediamo con un certo ordine come anziani equilibristi quali siamo su questa virtuale fune sospesa nel nulla (il vero nulla!) allora avremo la fortuna di saper vedere da un'altra angolazione questo splendito paese.
I giapponesi, come tutti sanno, amano essere “fuori di testa” come forse nessun altro popolo lo sara' mai. Ci facciamo un giro in Youtube per renderci conto di cosa sono capaci i singoli elementi di questo splendito paese ed intravvedere cosi' le piu' alte vette di genialita' nipponica o, se preferite, i suoi abissi?

Sara' capitato anche voi di vedere un personaggio che si fa mummificare con del nastro adesivo per pacchi e poi cerca di risalire in stile lombrico le scale per tornare alla sua tana-appartamento? Oppure farsi chiudere dentro un sacco dell'immondizia per poi buttarsi letteralmente a fiume (inquinato ovviamente) per provare la senzazione di essere un rifiuto? Urinarsi addosso per scherso?

Sicuramente sara' capitato anche a voi di aver sentito parlare dei gekidan squash.... e magari essere cosi' fortunati da vederli nella prossima stazione di mai dire banzai commentati dalla Gilappa!

Avete altri video “strani” sul/del Giappone? Postateli perche forse un giorno ne faremo una vera e propria rassegna in ciaonippon.

"Coloro che non si suicidarono nonostante avessero tutte le ragioni per farlo; che hanno salvato la dignita' umana in mezzo alle piu' orrende condizioni mai sofferte dall'umanita'" Kenzaburo ŌeIl “little boy” americano veniva fatto esplodere a poco meno di 600 metri nel cielo immeditamente sopra la citta di Hiroshima.

In pochi minuti in quella mattina del 6 agosto 1945 ci furono piu' di 130.000 morti civili, 177 mila civili sfollati, e negli anni successivi, 243.700 hibakusha tra uomini, donne e bambini. A soli tre giorni di distanza la prima follia “militare” su Hiroshima sara' ripetuta mediante l'esplosione di Fat Man su Nagasaki.

Kyoto era una delle citta' candidate ad essere rase al suolo in quanto centro intellettuale giapponese per eccellenza e conosciuto in tutto il mondo. Fortunatamente gli abitanti di Kyoto furono risparmiati perche la conformazione del terreno circostante non avrebbe permesso l'uccisione di un elevato numero di civili come nella citta' di Hiroshima.

Non fu istituito nesssun tribunale internazionale “umanita' contro disumanita'” in quanto la giuria sarebbe stata schierata compatta a favore della seconda.