Guarda la classifica dei prodotti e dirigiti nello spazio vendita.

Questo nuovo modo di fare compere sta diffondendosi nei grandi magazzini giapponesi. Il lento girovagare nei punti vendita, selezionando i prodotti, ha da sempre rappresentato il comportamento principale d’acquisto dei clienti dei department store. Però recentemente, appena vengono esposte le classifiche della popolarità dei prodotti, le vendite degli articoli ai primi posti mostrano dei bruschi aumenti. La nuova trovata commerciale mira al segmento dei consumatori ormai abituati a navigare su internet, che desiderano raccogliere rapidamente le informazioni per fare gli acquisti senza sprecare tempo.

Panasonic Electric Works ha reso pubblico di aver innalzato l’obiettivo di fatturato domestico relativo alle illuminazioni LED, fino a 18 miliardi di yen (ca. 160 milioni di euro) per l’anno fiscale 2010, cioè 1,8 volte quello realizzato nel 2009. Il mercato sta infatti crescendo ad un ritmo superiore alle aspettative e Panasonic mira ad aumentare le vendite lanciando prodotti ad alto valore aggiunto, quali i tubi a LED adatti a sostituire quelli fluorescenti tradizionali molto comuni in Giappone.
A seguito della revisione della Legge sul risparmio energetico, da aprile scorso stanno aumentando i negozi e gli edifici che adottano luci a LED. Panasonic è attualmente il maggior produttore domestico di illuminazioni a LED, le cui vendite rappresentano il 7% del suo fatturato relativo a tutti i tipi di illuminazioni, incidenza che dovrebbe raggiungere il 13% nel 2010.

I consumi privati sorreggono la crescita economica nipponica.

Secondo il Governo giapponese, nel terzo trimestre del 2010 il PIL nipponico è aumentato dello 0,9% in termini reali (+0,7% nominale) sul periodo precedente. Si è così avuta la quarta variazione trimestrale consecutiva di segno positivo, che si è ampliata rispetto a quella antecedente ed è stata superiore alle attese degli analisti.

L’apporto alla crescita del PIL da parte della domanda interna è stato di segno positivo (+0,9%). L’avvicinarsi del termine degli incentivi per le ecoauto ha determinato una corsa all’acquisto di automobili nuove e la particolare calura estiva ha generato una domanda straordinaria di condizionatori d’aria, stimolata anche dagli ecopunti, quindi i consumi privati sono aumentati dell’1,1% (sesto trimestre consecutivo). In crescita anche gli investimenti residenziali dell’1,3% e quelli delle imprese dello 0,8%, mentre sono diminuiti quelli pubblici dello 0,6%.

La domanda estera, che aveva sospinto ripetutamente l’economia giapponese, ha fornito un contributo neutro (0,0%) alla crescita, poiché l’aumento delle esportazioni verso i paesi asiatici ha rallentato il passo.

Il 18 ottobre a Miyakojima (Okinawa, Giappone) sono stati avviati gli impianti di una grande rete elettrica intelligente (smart grid) che gestisce più energie rinnovabili. E’ il primo vero sistema del Giappone in grado di assicurare una rete di distribuzione di energia elettrica stabile, eliminando le fluttuazioni della produzione energetica dalle fonti eolica e solare, attraverso l’utilizzo di un dispositivo di controllo che gestisce degli accumulatori.